fbpx

logo fm 1

header home

Comunicazioni Orali:

 

Nell'ambito del corso sono previste comunicazioni orali di lavori scientifici originali sul tema del Corso oppure di esperienze su casi clinici con problematiche visive (eventualmente presentate con modalità caso-problema o che presentino il percorso diagnostico e riabilitativo).

 

Tempo di esposizione: 8 minuti, più 2 di discussione.

 

Le proposte di comunicazione e i relativi abstract dovranno pervenire al Comitato Scientifico entro il 21 febbraio 2014 e la comunicazione di accettazione verrà fatta entro il 28 febbraio 2014.

 

Gli abstract dei lavori potranno essere inviati esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il testo degli abstract deve essere al massimo di 250 parole.

 

L'autore che presenta la comunicazione deve essere regolarmente iscritto al congresso.

 

 

Durante il corso, tra le comunicazioni presentate, verranno selezionati i due migliori contributi cui verrà assegnato un attestato di merito da parte del Comitato Scientifico. Ai vincitori saranno inoltre offerte in dono alcune pubblicazioni della Fondazione Mariani.

 

Lunedì 10 marzo 2014

ore 13
Registrazione iscritti

ore 13.50
Benvenuto

Moderatori
Eugenio Mercuri
U.O. di Neuropsichiatria Infantile
Policlinico Gemelli, Roma
Università Cattolica Sacro Cuore, Roma

Ermellina Fedrizzi
Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani
Milano

ore 14
Lezione introduttiva:
Funzione visiva e sviluppo in età evolutiva: dalle neuroscienze alla riabilitazione
Elisa Fazzi
Unità di Neurologia e Psichiatria dello Sviluppo
e Neuroriabilitazione Precoce - Spedali Civili, Brescia
Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali
Università degli Studi di Brescia

ore 14.40
Sviluppo della visione in età evolutiva
Paolo Emilio Bianchi
Clinica Oculistica, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia
Università degli Studi di Pavia

ore 15.20
La valutazione funzionale visiva nel bambino
Janette Atkinson
Visual Development Unit
Department of Developmental Science
Faculty of Brain Sciences
University College London, UK

ore 16
Discussione

ore 16.20
Coffee break

Moderatori
Maurizio Memo
Dipartimento Medicina Molecolare e Transazionale
Unversità degli Studi di Brescia

Oliver Braddick
Department of Experimental Psychology
University of Oxford, UK

ore 16.40
Sviluppo e plasticità della corteccia visiva nell'uomo
Maria Concetta Morrone
Dipartimento di Ricerca Traslazionale e delle Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia
Università degli Studio di Pisa

ore 17.20
Oggetti, azioni e interazioni: dalle aree visive al sistema motorio
Giovanni Buccino
Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche
Università Magna Graecia, Catanzaro

ore 18
Discussione

ore 18.20
Chiusura della giornata

Martedì 11 marzo 2014

Deficit Visivo Centrale: dalla diagnosi alla riabilitazione

Moderatori
Elisa Fazzi
Unità di Neurologia e Psichiatria dello Sviluppo
e Neuroriabilitazione Precoce - Spedali Civili, Brescia
Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali
Università degli Studi di Brescia

Paolo Emilio Bianchi
Clinica Oculistica, Fondazione IRCCS Policlinico san Matteo, Pavia
Università degli Studi di Pavia

ore 9
Il deficit visivo di origine centrale: "an overview"
Els Ortibus, Geertrui Peirens
Department of Pediatric Neurology
University Hospitals, Leuven, Belgium

ore 9.30
I disturbi oculomotori nel bambino con patologia neurologica
Emilio Campos, Michela Fresina, Silvia Mariani
U.O. di Oftalmologia Universitaria, Policlinico Sant'Orsola
Università di Bologna

ore 10
Deficit visuopercettivi e visuocognitivi nelle Paralisi Cerebrali Infantili
Jessica Galli*§, Serena Micheletti*°
*Neurologia e psichiatria dello Sviluppo e Neuroriabilitazione Precoce, Spedali Civili, Brescia
§Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali
Università degli Studi di Brescia
°Cognition Psychology Neuroscience Lab, Università degli Studi di Pavia

ore 10.30
Disordini del processamento visivo nella patologia neurologica acquisita
Daria Riva
U. O. di Neurologia della Sviluppo
Fondazione IRCCS Istituto Neurologico C. Besta, Milano

ore 11
Coffee break

Introduzione
Sergio Pecorelli
Rettore Università degli Studi di Brescia

Giovanni Cioni
Dipartimento Neuroscienze Età Evolutiva
IRCCS Fondazione Stella Maris, Pisa
Università di Pisa

ore 11.20
Percezione visiva e arte
Lectio Magistralis

Lamberto Maffei
Presidente Accademia dei Lincei
Professore emerito di Neurobiologia, Scuola Normale Superiore di Pisa

Moderatori
Janette Atkinson
Visual Development Unit
Departement of Developmental Scinces
Faculty of Brain Sciences
University College London, UK

Fabrizio Ferrari
Università di Modena e Reggio Emila

ore 12
Ruolo del neuroimaging nel deficit visivo in età evolutiva
Carla Uggetti
U.O. di Neuoradiologia, Ospedale San Carlo Borromeo, Milano

ore 12.30
Elettrofisiologia nella diagnosi dei deficit visivi in età evolutiva
Giulio Ruberto
Clinica Oculistica, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia

ore 13
Discussione

ore 13.20
Lunch

Riabilitazione nei deficit visivi

Moderatori
Ermellina Fedrizzi
Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani, Milano

Nerina Landi
U.O. Neuropsichiatria Infantile, ASL 10, Firenze

ore 14.30
I disturbi del campo visivo nel bambino con lesione cerebrale e meccanismi di plasticità
Francesca Tinelli, Giovanni Cioni
Dipartimento Neuroscienze Età Evolutiva
IRCCS Fondazione Stella Maris, Pisa

ore 15
Il deficit di attenzione visiva nel bambino con lesione cerebrale e l'effetto
dell'arricchimento ambientale precoce
Daniela Ricci
Neurospichiatria Infantile, Policlinico Gemelli, UCSC Roma
Centro di Diagnostica e Riabilitazione Visiva per Bambini con Deficit Plurisensoriali
Polo Nazionale Ipovisione, Roma

ore 15.30
L’approccio multidisciplinare e multidimensionale alla funzione visiva in età evolutiva:
dal disordine neuro-visivo alle strategie di intervento per la promozione dello sviluppo neuropsichico
Sabrina Signorini^, Antonella Luparia^, Eleonora Perotto^, Paolo Emilio Bianchi*° e Umberto Balottin°^
Centro di Neuroftalmologia dell'età evolutiva, ^S.C. di Neuropsichiatria Infantile
IRCCS Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C.Mondino, Pavia
*Clinica Oculistica, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia
°Università degli Studi di Pavia

ore 16
Coffee break

16.20
Nuove tecnologie al servizio della riabilitazione e dell'inclusione scolastica del bambino ipovedente
Giuseppina Giammari, Massimo Guerreschi, Elisa Pozzoni, Daniela Valli, Renato Borgatti
Centro di Ipovisione dell'Età Evolutiva
IRCCS E. Medea, Bosisio Parini (LC)

ore 16.50
Discussione

Moderatori
Fabrizio Ferrari
Università di Modena e Reggio Emilia

Chiara Bertone
Clinica Oculistica
Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia
Università degli Studi di Pavia

ore 17.20
Comunicazioni orali

18.20
Chiusura della giornata

Mercoledì 12 marzo 2014

Disturbi visivi e patologie neurologiche

Moderatori
Francesco Semeraro
Dipartimento Specialità Medico-Chirurgiche
Scienze Radiologiche e Sanità Pubblica
Università degli Studi di Brescia

Riccardo Frosini
Ospedale Pediatrico A. Meyer, Firenze

ore 8.45
Disturbi del segmento anteriore nel bambino sindromico
Adriano Magli
Area Funzionale di Oftalmologia Pediatrica, Napoli
Università degli Studi di Napoli “Federico II”

ore 9.15
Albinismo
Roberto Caputo
U.O. di Oftalmologia, Dipartimento di Neuroscienze
Ospedale Pediatrico A. Meyer, Firenze

ore 9.45
Nistagmo oculare e neurologico
Nistagmo oculare
Paolo Nucci
Clinica Oculistica, Universitaria Ospedale San Giuseppe, Milano
Università degli Studi di Milano
Nistagmo acquisito
Roberto Salati
Servizio di Oftalmologia Pediatrica e Ipovisione, Istituto Scientifico E. Medea
Bosisio Parini, Lecco

ore 10.30
Coffee break

Moderatori
Paolo Emilio Bianchi
Clinica Oculistica
Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia
Università degli Studi di Pavia

Daria Riva
U.O. di Neurologia dello Sviluppo
Fondazione IRCCS Istituto Neurologioco C. Besta, Milano

ore 11
Ditrofie retiniche in età pediatrica: dalla diagnosi al trattamento
Anthony T. Moore
Institute of Ophthalmology, UCL London
Paediatric Ophthalmology Service, Moorfields Eye Hospital, London

ore 11.45
Disturbi percettivi visivi ed epilessia
Renzo Guerrini
U.O. di Neurologia Pediatrica Ospedale Pediatrico A. Meyer, Firenze
Università degli Studi di Firenze

ore 12.15
Disturbi della funzione visiva in bambini con patologie neuromuscolari
Eugenio Mercuri
U.O. di Neuropsichiatria Infantile
Policlinico Gemelli, Roma
Università Cattolica Sacro Cuore, Roma

ore 12.45
Discussione

ore 13.15
Lunch

Moderatori
Fabio Sereni
Università degli Studi di Milano

Roberto Caputo
U.O. di Oftalmologia
Dipartimento di Neuroscienze
Ospedale Pediatrico A. Meyer, Firenze

ore 14.30
Otticopatie congenite
Paolo Emilio Bianchi
Clinica Oculistica, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia
Università degli Studi di Pavia

ore 15
Mitocondri e funzione visiva in età evolutiva
Valerio Carelli
Laboratorio di Nuerogenetica, Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie
Università di Bologna

Moderatori
Elisa Fazzi
Unità di Neurologia e Psichiatria dello Sviluppo
e Neuroriabilitazione Precoce - Spedali Civili di Brescia
Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali
Università degli Studi di Brescia

Paolo Emilio Bianchi
Clinica Oculistica, Fondazione IRCCS Policlinico san Matteo, Pavia
Università degli Studi di Pavia

ore 15.30
Dalla diagnosi alla riabilitazione: comunicazioni orali

ore 16.30
Questionario di valutazione ECM

ore 16.45
Premiazione miglior comunicazione orale

ore 17
Conclusione del corso

Direttore del corso

Elisa Fazzi
Unità di Neurologia e Psichiatria dello Sviluppo
e Nuroriabilitazione Precoce - Spedali Civili, Brescia
Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali
Università degli Studi di Brescia

Comitato Scientifico
Paolo Emilio Bianchi
Clinica Oculistica
Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia
Università degli Studi di Pavia

Eugenio Mercuri
U.O. di Neuropsichiatria Infantile
Policlinico Gemelli, Roma
Università Cattolica Sacro Cuore, Roma

Ermellina Fedrizzi
Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani
Milano

Segreteria Scientifica
Jessica Galli
Serena Micheletti
Anna Molinaro
Andrea Rossi
Unità di Neurologia e Psichiatria dello Sviluppo e
Neuroriabilitazione Precoce - Spedali Civili, Brescia
Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali
Università degli Studi di Brescia


{dt_head}

Costi

{dt_details}

Le iscrizioni sono chiuse per esaurimento posti

Il Corso prevede 150 posti e si rivolge principalmente a Medici (Neuropsichiatri Infantili, Oculisti, Pediatri e Fisiatri...), Psicologi, Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva, Fisioterapisti, Logopedisti e Ortottisti (per quest'ultima figura profssionale non sono previsti i crediti ECM).

Le quote di iscrizione dipendono dalla qualifica professionale.

Le iscrizioni sono chiuse.

 

Quote:

  • Medici e psicologi € 300
  • Terapisti € 250
  • Specializzandi e Dottorandi di ricerca € 150 (è necessario inviare una scansione del certificato di iscrizione alla Scuola di Specialità o al Dottorato di ricerca a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Attenzione, chi si  iscrive a questa quota ridotta non avrà diritto in alcun caso ai crediti ECM.

 La quota comprende

  • la partecipazione alle sessioni del Corso
  • una copia del volume degli Atti, se pubblicato
  • i coffee breaks
  • il materiale didattico
  • il certificato di frequenza

 

La quota non comprende

  • Pranzi e cene
  • Quanto non esplicitamente indicato ne "la quota comprende"

In caso di annullamento del Corso per cause di forza maggiore ed eventi eccezionali (terremoti, alluvioni ecc.) non è previsto il rimborso della quota di iscrizione nè di altre eventuali spese sostenute dai partecipanti (spese di viaggio, alloggio ecc.).

{dt_end}

{dt_head}

Come iscriversi

{dt_details}

Attenzione: se non disponete di una versione aggiornata di Internet Explorer, potreste riscontrare problemi nella fruizione del sito. Se la vostra versione di Explorer è inferiore al 7, è consigliabile scaricare gratuitamente l'ultimo aggiornamento di Microsoft, cliccando sui link qui di seguito.

Per chi possiede Windows Vista o Windows 2007 (Explorer 9):

http://windows.microsoft.com/it-IT/internet-explorer/downloads/ie-9/worldwide-languages

Per chi possiede Windows XP (Explorer 8):

http://windows.microsoft.com/it-IT/internet-explorer/downloads/ie-8

Un'alternativa è quella di utilizzare il browser di navigazione Chrome, messo a disposizione gratuitamente da Google, scaricabile qui: https://www.google.com/intl/it/chrome/browser/?installdataindex=nosearch&hl=it&brand=CHMB&utm_campaign=it&utm_source=it-ha-emea-it-sk&utm_medium=ha

 

Registrazione

Se non siete già utenti del sito della Fondazione Mariani è necessario, innanzitutto, che vi registriate, creando il vostro Account. Nella sezione Login del sito (in alto a destra) cliccate su "REGISTRATI", inserite i vostri dati nella form visualizzata e scegliete Nome utente e Password. E' importante inserire la Qualifica professionale corretta, poiché determina anche le quote di iscrizione applicate e la possibilità di avere i crediti ECM, laddove previsti.

Per attivare l'Account, riceverete una email con un link da cliccare. Se non ricevete il messaggio, o se avete digitato l'email erroneamente, contattate la Segreteria Iscrizioni. Se il vostro indirizzo email risulta già a sistema, significa che avete creato un Account in precedenza. Non occorre registrarvi nuovamente: se non ricordate le credenziali di accesso cliccate su "Password dimenticata?".

Una volta creato il vostro Account, potrete utilizzarlo di volta in volta per iscrivervi ai diversi corsi della Fondazione Mariani.

 

Garanzia di riservatezza dei dati personali

Il trattamento dei dati personali viene svolto dalla Fondazione Mariani nell’ambito della propria banca dati e nel rispetto della legge 196/03 sulla tutela dei dati personali. Il trattamento dei dati, di cui si garantisce l’assoluta riservatezza, è effettuato solo al fine di informare sulle iniziative della Fondazione Mariani. I dati non saranno diffusi a terzi e potranno essere modificati o cancellati dall’utente medesimo in qualsiasi momento.

 

Iscrizione

Per procedere all’iscrizione al corso di vostro interesse, inserite Nome utente e Password scelti in fase di Registrazione, cliccando sul pulsante Login, nella relativa sezione del sito (in alto a destra). In seguito, scegliendo la voce "Nuova iscrizione" dal vostro "Menu Utente", visualizzerete i corsi aperti. Cliccando sul corso prescelto, sarete guidati nelle fasi successive. Attenzione: dopo aver ricevuto l'email di Conferma Iscrizione, è necessario effettuare il pagamento della quota entro 5 giorni lavorativi (e comunque non oltre il giorno di chiusura delle iscrizioni). Superato questo termine l’iscrizione sarà annullata per rendere il posto disponibile ad altri partecipanti. Per partecipare al corso dovrete quindi ripetere l'Iscrizione e non è garantita la conservazione del posto.

{dt_end}

{dt_head}

Modalità di pagamento

{dt_details}

Dopo aver effettuato l’iscrizione online (v. Come iscriversi), è necessario pagare l’importo della quota entro 5 gg. lavorativi. Le modalità disponibili sono:

 

Carta di credito

Se avete selezionato questa modalità di pagamento, al completamento dell'Iscrizione online, sarete automaticamente indirizzati alla procedura di pagamento con carta. Il sistema accetta: VISA, Carta Si, American Express, Mastercard, Diners Club, Eurocard.

Per pagare in un secondo momento (o se desiderate pagare con carta di credito pur avendo selezionato la modalità bonifico), effettuate il Login, selezionate "Corsi a cui sei iscritto" per visionare i corsi in attesa di pagamento e cliccate sul tasto "Pagamento".

 

Bonifico bancario

Se avete selezionato questa modalità di pagamento, al termine della procedura di iscrizione troverete le coordinate bancarie per effettuare il bonifico, di seguito riepilogate:

 

Istituto: Credito Valtellinese V.le Premuda 2, Milano

Intestato a: Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani

IBAN: IT27U0521601619000000002553

BIC SWIFT: BPCVIT2S

 

Nella descrizione del bonifico specificare:

“COGNOME e NOME del partecipante + CORSO di interesse”

es. “Rossi Mario, Corso Genetica 2011- Bologna”


Entro una settimana dal pagamento riceverete una mail di conferma definitiva dell'iscrizione.

{dt_end}

{dt_head}

Annullamenti e rimborsi

{dt_details}

L’eventuale annullamento dell’iscrizione, dà diritto alla restituzione del 70% della quota pagata solo se comunicato via email almeno 20 giorni prima dell'inizio del corso (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Se l'iscrizione viene cancellata successivamente, non si ha diritto ad alcun rimborso ma si riceveranno a casa gli atti del congresso, qualora pubblicati.

{dt_end}

{dt_head}

Ricevute e Reclutamento da Aziende Sponsor

{dt_details}

A seguito del pagamento del contributo per l'iscrizione, la Fondazione Mariani rilascia una ricevuta esente IVA.

Si ricorda che la Fondazione Mariani non può emettere fatture o documenti proforma. Il documento di ricevuta potrà essere rilasciato SOLO IN SEGUITO al pagamento.

Per gli Enti che necessitano di un documento cartaceo di conferma per poter autorizzare e disporre il pagamento, si invita a stampare la mail di "Conferma Iscrizione" che viene spedita all'indirizzo email del partecipante.

Non è più possibile modificare autonomamente l'intestazione della ricevuta in fase di iscrizione, ma è necessario richiedere l'intervento della Segreteria Iscrizioni, scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e indicando i nuovi dati della ASL o dell'associazione cui intestare la ricevuta del contributo pagato.

 

ATTENZIONE: In caso di reclutamento da parte di un'Azienda farmaceutica si prega di segnalarlo in fase di iscrizione. Si ricorda, inoltre, che, ai sensi della Determina del 18.01.2001 "Reclutamento dei partecipanti", l'Azienda che invita i professionisti sanitari a frequentare un determinato evento formativo, con spese a carico dell' Azienda stessa, deve fornire alla Fondazione Mariani l'elenco con i nomi dei partecipanti invitati all'evento formativo.

{dt_end}

{dt_head}

ECM

{dt_details}

Il numero dei crediti assegnato è: 13.5

Le figure professionali accreditate sono: Medici, Psicologi, Logopedisti, Fisioerapisti e Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva.
Il corso è coerente con l’obiettivo formativo n° 3:

Percorsi clinico-assistenziali/diagnostici/riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura
 

Regolamento ECM

• È necessario partecipare al 100% delle sessioni del Corso.

• Al termine del Corso verrà effettuato il Test di Apprendimento obbligatorio; per esigenze tecnico-organizzative la somministrazione del Test potrà eventualmente essere effttuata anche on line nei giorni immediatamente successivi allo svolgimento dell'evento formativo.

• Poiché è necessario essere presenti fino al termine del Corso ed effettuare il Test di Apprendimento, invitiamo tutti i partecipanti a non richiedere di poter uscire prima. Nella prenotazione del viaggio di rientro, suggeriamo pertanto di prevedere un margine di tempo adeguato dopo la fine dell’orario indicato nel programma, in modo da poter effettuare il Test finale e ritirare l’attestato e la ricevuta di partecipazione al Corso.

 

{dt_end}

{dt_head}

Contatti

{dt_details}

Per assistenza e informazioni scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Orario Segreteria Iscrizioni: LUN-VEN 9.30-13.00 - Tel: 02 795458

{dt_end}

Tra i vari casi clinici presentati durante il corso di Firenze, il Comitato Scientifico ha decretato 3 vincitori ex aequo:

Volzone A.: L'uso dell'ICF-CY per la strutturazione del progetto-programma riabilitativo nei bambini con CVI: dalla riabilitazione al setting ecologico
La Nostra Famiglia- Udine
Volzone.pdf

Purpura G.: Effetto del massaggio infantile sullo sviluppo della funzionalità visiva in bambini con sindrome di Down
Stella Maris - Pisa
Purpura.pdf

Rossi A.: Differenze tra profilo neurovisivo dei neonati a termine e dei neonati prematuri valutati attraverso un nuovo strumento clinico: Naveg
Università di Brescia
Rossi.pdf

Gli altri casi clinici presentati sono stati i seguenti:

Berto.pdf
Bertone.pdf
Cappelli.pdf
Cocchi.pdf
Decio.pdf
Ferro.pdf
Franzoni.pdf
Laureti.pdf
Molinaro.pdf
Olimpi.pdf
Pitino.pdf
Zaccheo.pdf

 

 

Disordini della funzione visiva e patologie del neurosviluppo:
dalla diagnosi alla riabilitazione
XXVI Corso di aggiornamento
Firenze, 10-12 marzo 2014
Grand Hotel Baglioni

L’incremento e il cambiamento nelle manifestazioni dei deficit visivi in età pediatrica negli ultimi decenni, le nuove conoscenze sulla maturazione, sul funzionamento del sistema visivo e sulla sua plasticità hanno fortemente modificato la prassi diagnostica e riabilitativa di questi disturbi. L’approccio allo studio della funzione visiva non è più quindi di interesse prettamente oftalmologico, ma anche neurologico; questo ha consentito di ampliare la conoscenza dei disturbi visivi in età evolutiva e di comprendere la loro importanza sin dalle prime fasi della vita.

La funzione visiva ha un ruolo determinante nello sviluppo psicomotorio del bambino; essa è inscindibilmente legata alla sua evoluzione percettiva, motoria, neuropsichica ed è strettamente influenzata dal contesto ambientale e dall'esperienza esterna: il sistema visivo, con la sua plasticità, diviene presto un canale preferenziale attraverso il quale la realtà viene analizzata e le prime rappresentazioni mentali sono in gran parte basate sulla esperienza visiva. Un danno severo e precoce del sistema visivo può quindi compromettere lo sviluppo dei primi processi emotivi e mentali che permettono al bambino di organizzare le sue esperienze e sviluppare aree diverse di apprendimento. In maniera speculare una patologia neurologica congenita o acquisita può compromettere la funzione visiva a vari livelli (oculare, oculomotorio, percettivo, visuocognitivo) e la valutazione accurata di segni o sintomi legati a una disfunzione visiva può migliorare la nostra precisione diagnostica con importanti ricadute sul piano riabilitativo. Possiamo dire che la visione è una finestra sul cervello.

Rispetto ai bambini vedenti, i bambini ipo/non vedenti presentano diversità nelle varie tappe dell’evoluzione neuromotoria, cognitiva e relazionale.

È noto e documentato in letteratura, che il bambino ipo/non vedente dalla nascita è particolarmente vulnerabile nell’assetto della vita mentale e presenta un’intrinseca difficoltà nel porsi in relazione con gli altri e con la realtà. Numerosi autori hanno sottolineato che tali difficoltà accompagnano tutto l’arco dello sviluppo del bambino con deficit visivo, assumendo specifici connotati nelle varie età; tuttavia le alterazioni più gravi si avranno quando la compromissione a livello dei processi che sottendono la nascita psicologica è particolarmente precoce e dunque nei primi anni di vita. Nei casi più gravi di deficit visivo, inoltre, i bambini sono a rischio di sviluppare caratteristiche simili a quelle di bambini con disturbi dello spettro autistico.

Risulta quindi chiaro che l’ipovisione congenita o precoce determina una situazione di rischio per lo sviluppo di funzioni e competenze tra cui la strutturazione del rapporto madre-bambino, le competenze oculomotorie, motorie, psicomotorie, le competenze cognitive e le competenze relazionali- comunicative. Per evitare il cronicizzarsi di tali comportamenti, è indispensabile un intervento precoce, diagnostico prima, quindi riabilitativo, che fornisca al piccolo e ai genitori un costante supporto e che promuova opportunità e situazioni in cui il bambino ristabilisca un contatto ed uno scambio comunicativo con l’ambiente esterno, limitando i danni che il deficit visivo può procurare al suo sviluppo neuropsichico.

A tale proposito alcuni studi hanno dimostrato come la crescita in un ambiente “arricchito” possa influenzare lo sviluppo del sistema visivo in modelli animali (ratti e topi). Questi ambienti “arricchiti” sono in grado di avere effetti sullo sviluppo e sulla plasticità del sistema nervoso centrale ed in particolare sulla via visiva modificando l’inizio e la fine del “periodo critico” per lo sviluppo di funzioni come, ad esempio, l’acuità visiva. Pertanto, modificare l’ambiente rendendolo più facilmente percettibile, gioca un ruolo chiave nell’attivazione della plasticità cerebrale, in particolar modo nell’epoca postnatale quando i circuiti corticali mostrano la massima sensibilità agli stimoli sensoriali indotti dall’esperienza.

Tali dati sperimentali avvalorano l’importanza di offrire al bambino con deficit visivo, contesti ambientali arricchiti e significativi che abbiano lo scopo di favorire l’emergenza di capacità utilizzabili nell’interazione con il mondo degli oggetti e delle persone.

Una delle strategie è l’approccio multidisciplinare alla patologia visiva con l’intervento di figure professionali diverse (neuropsichiatri infantili, terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, oculisti, ortottisti) nella formulazione di progetti ri-abilitativi individualizzati che abbiano come principale obiettivo quello di conoscere le potenzialità visive del bambino, di preservarne ed ottimizzarne l’utilizzo, di ridurre la disabilità, favorendo l’acquisizione di nuove funzioni adattive, migliorando l’adattabilità sociale e lo sviluppo delle autonomie. Fondamentale è inoltre il coinvolgimento della famiglia in un approccio riabilitativo integrato con il trasferimento ad essa di informazioni e strumenti che al di là del momento riabilitativo specifico permettono di integrare, coadiuvare, dare continuità alle linee dell’intervento nelle diverse situazioni della vita quotidiana del bambino. La cosiddetta “family centered therapy” sostiene i genitori, facilita l’alleanza con l’equipe multidisciplinare e rende più efficace l’intervento riabilitativo.

Il goal della riabilitazione neuro-psico-visiva è quello di conoscere le potenzialità visive residue, di preservarne ed ottimizzarne l’utilizzo, favorendo l’acquisizione di nuove funzioni adattive e di migliorare l’adattabilità sociale prevenendo le interferenze della disabilità visiva sullo sviluppo globale del bambino.

Appare giustificato, attuale e foriero di un miglioramento delle conoscenze proporre un corso di formazione che, alla luce dei recenti apporti delle neuroscienze, declini gli aspetti semeiologici, metodologici e riabilitativi dei disturbi delle funzioni visive in età evolutiva, descrivendo numerose patologie congenite o acquisite, nelle cui manifestazioni cliniche sia rilevante l’aspetto visivo.

Coordinamento e organizzazione
Lucia Confalonieri
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Marina Denegri
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Promozione

Renata Brizzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Samuele Spinelli
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni e iscrizioni
Cristina Giovanola
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LocandinaFazzi2014 sito

Altri articoli...

  • 1
  • 2
UA-68368477-1