fbpx

logo fm 1

Un poster al Congresso dell’AACPDM

Il progetto di ricerca “Sviluppo di un network italiano per le funzioni visive precoci: diagnosi, follow up e ricerca”, tra i vincitori del Bando FM del 2014, si sta avviando alla fase conclusiva. Tra le attività degli ultimi mesi si segnala la presentazione del poster “Il deficit visivo nei bambini con lesioni cerebrali: dalla valutazione precoce all’intervento precoce” al 71° Congresso dell'AACPDM (American Accademy of Cerebral Palsy and Developmental Medicine), tenutosi a Montreal in settembre. Commenta la dr.ssa Daniela Ricci, responsabile scientifico del progetto: «Bambini con lesioni cerebrali presentano spesso problemi visivi. Nella maggior parte dei casi però i bambini sono seguiti per le difficoltà motorie, ma le competenze visive non vengono indagate o la valutazione è limitata alla sola visita oculistica, che dà ben poche informazioni funzionali utili alla riabilitazione. Gli obiettivi di questo studio erano di sviluppare un protocollo di semplice esecuzione per specialisti che seguono bambini a rischio di deficit visivo, ma senza esperienza nella valutazione delle funzioni visive, e di verificare la possibilità di diagnosi precoce, fin dall’età neonatale. Dieci centri italiani sono stati coinvolti nella formulazione di un protocollo di valutazione per l’età neonatale e per il follow up a 6 e 12 mesi. Il protocollo si è dimostrato di facile acquisizione da parte delle diverse figure professionali. Su 30 bambini inclusi nello studio, 6 presentavano un deficit visivo già in epoca neonatale. A 6 mesi di età il numero era salito a 12 bambini. L’incremento è correlato alla alterata maturazione di diversi aspetti delle funzioni visive che dipendono dalla mancata attivazione delle aree corticali responsabili della funzione. La diagnosi in epoca neonatale ha permesso di supportare i genitori già in ospedale, aiutandoli a comprendere le necessità e le abilità del loro bambino a partire dalle semplici attività della routine quotidiana (alimentazione, bagnetto, ecc). Simile approccio è stato utilizzato per i bambini con diagnosi ai 6 mesi. Questo ha reso i genitori più consapevoli e ha migliorato il rapporto genitore-bambino».

Vai al poster

Copyright © 2019 Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani
Certificazione ISO - Politica per la qualità - Termini e condizioni d'uso del sito - Informativa e cookie policy
Viale Bianca Maria, 28 - 20129 Milano
Telefono +39 02 795458 - Fax +39 02 76009582
Email: info@fondazione-mariani.org
Registro persone giuridiche Prefettura di Milano n. 72
codice fiscale 97035810155

UA-68368477-1